Business
Opportunities /
Tenders
by product
by date
email alerts
Market
Intelligence
Reports
Buyers Guide
by name
by product
post a supplier
Conferences
by category
by date
post a conference
Links
links
Terms of Use
© 2002 NuclearMarket
|Home | Members | Site Map | Advertise | Contact Us|


IMPORTANT NOTE:
The notice below has expired - To receive our email alerts in the future please click here for a free trial.

Procurement Notice Details

Radioactive waste treatment services [transport, handling, characterization, recycling/melting of metallic radioactive waste etc - trino and garigliano plant]
Rome, Italy

Purchaser: S.O.G.I.N. Società Gestione Impianti Nucleari per Azioni

16/06/2015 S114 Member states - Service contract - Contract notice - Restricted procedure
I.II.IV.
Italy-Rome: Radioactive waste treatment services

2015/S 114-207424

Contract notice – utilities

Services

Directive 2004/17/EC
Section I: Contracting entity

I.1)
Name, addresses and contact point(s)
S.O.G.I.N. Società Gestione Impianti Nucleari per Azioni
Via Torino 6
For the attention of: Simone Checchinato
00184 Roma
ITALY
Telephone: +39 0683040546
E-mail: checchinato@sogin.it
Fax: +39 0683040473
Internet address(es):
General address of the contracting entity: www.sogin.it
Further information can be obtained from: The above mentioned contact point(s)
Specifications and additional documents (including documents for a dynamic purchasing system) can be obtained from: The above mentioned contact point(s)
Tenders or requests to participate must be sent to: The above mentioned contact point(s)
Section II: Object of the contract

II.1)
Description
II.1.6)
Common procurement vocabulary (CPV)
90521000
Description
Radioactive waste treatment services.
Section IV: Procedure

IV.3)
Administrative information
IV.3.3)
Conditions for obtaining specifications and additional documents
IV.3.4)
Time limit for receipt of tenders or requests to participate
13.7.2015 - 12:00
IV.3.5)
Language(s) in which tenders or requests to participate may be drawn up
Italian.


----------------------------------------------------
Original Text (in Italian)
----------------------------------------------------

I.II.III.IV.VI.
Italia-Roma: Servizi di trattamento di rifiuti radioattivi

2015/S 114-207424

Avviso di gara – Settori speciali

Servizi

Direttiva 2004/17/CE
Sezione I: Ente aggiudicatore

I.1)
Denominazione, indirizzi e punti di contatto
S.O.G.I.N. Società Gestione Impianti Nucleari per Azioni
Via Torino 6
All'attenzione di: Simone Checchinato
00184 Roma
ITALIA
Telefono: +39 0683040546
Posta elettronica: checchinato@sogin.it
Fax: +39 0683040473
Indirizzi internet:
Indirizzo generale dell'ente aggiudicatore: www.sogin.it
Ulteriori informazioni sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati
Il capitolato d'oneri e la documentazione complementare (inclusi i documenti per il sistema dinamico di acquisizione) sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati
Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate a: I punti di contatto sopra indicati
I.2)
Principali settori di attività
Elettricità
I.3)
Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori
L'ente aggiudicatore acquista per conto di altri enti aggiudicatori: no
Sezione II: Oggetto dell'appalto

II.1)
Descrizione
II.1.1)
Denominazione conferita all'appalto dall'ente aggiudicatore:
Servizio di trasporto e riciclo mediante fusione di materiali metallici radioattivi delle centrali di Trino e Garigliano.
II.1.2)
Tipo di appalto e luogo di consegna o di esecuzione
Servizi
Categoria di servizi n. 27: Altri servizi
Luogo principale di esecuzione dei lavori, di consegna delle forniture o di prestazione dei servizi: — Trino (VC),
— Sessa Aurunca (CE).
Codice NUTS ITC12,ITF31
II.1.3)
Informazioni sugli appalti pubblici, l'accordo quadro o il sistema dinamico di acquisizione (SDA)
L'avviso riguarda un appalto pubblico
II.1.4)
Informazioni relative all'accordo quadro
II.1.5)
Breve descrizione dell'appalto o degli acquisti:
Le attività da eseguire sono le seguenti:
1) Project Management e servizi di ingegneria (Coordinamento delle attività ed elaborazione della documentazione).
2) Qualificazione del processo di condizionamento dei residui derivanti dalla fusione dei materiali, in accordo con i requisiti della normativa italiana per lo smaltimento dei rifiuti radioattivi.
3) Trasporto e trattamento dei materiali, suddivise a sua volta nelle seguenti attività:
1. Per la Centrale di Trino: il servizio comprende il lavaggio di parte dei componenti da spedire che presentano superfici contaminate esposte, al fine di rimuovere la contaminazione asportabile, la predisposizione al trasporto e la spedizione di circa 444 tonnellate di materiali metallici radioattivi dalla Centrale al centro di trattamento, il trattamento dei materiali, la caratterizzazione e condizionamento dei residui risultanti, il trasporto dei manufatti finali con i residui condizionati dal Centro di trattamento alla Centrale di Trino. Sono previsti inoltre una ulteriore quantità opzionale di circa 200 tonnellate di materiali metallici radioattivi e l’Immagazzinamento opzionale e temporaneo dei manufatti finali in attesa della spedizione alla Centrale di Trino oltre il periodo indicato nel Programma Cronologico contrattuale.
2. Per la Centrale del Garigliano: il servizio comprende la predisposizione al trasporto e la spedizione di circa 296 tonnellate di materiali metallici dalla Centrale al centro di trattamento, il trattamento dei materiali, la caratterizzazione e condizionamento dei residui risultanti, il trasporto dei manufatti finali con i residui condizionati dal Centro di trattamento alla Centrale del Garigliano. Sono previsti inoltre una ulteriore quantità opzionale di circa 210 tonnellate di materiali metallici radioattivi e e l’Immagazzinamento opzionale e temporaneo dei manufatti finali in attesa della spedizione alla Centrale del Garigliano oltre il periodo indicato nel Programma Cronologico contrattuale.
II.1.6)
Vocabolario comune per gli appalti (CPV)
90521000
II.1.7)
Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici (AAP): sì
II.1.8)
Informazioni sui lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: no
II.1.9)
Informazioni sulle varianti
Ammissibilità di varianti: no
II.2)
Quantitativo o entità dell'appalto
II.2.1)
Quantitativo o entità totale:
L’importo complessivo stimato dell’appalto è di 18 618 880 EUR (di cui 6 211 620 EUR in opzione), IVA esclusa. Gli oneri per la sicurezza sono complessivamente 3 080 EUR non soggetti a ribasso.
Valore stimato, IVA esclusa: 18 618 880 EUR
II.2.2)
Opzioni
Opzioni: sì
Descrizione delle opzioni: (Vedere il punto II.1.5).
II.2.3)
Informazioni sui rinnovi
L'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.3)
Durata dell'appalto o termine di esecuzione
Durata in mesi: 60 (dall'aggiudicazione dell'appalto)
Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)
Condizioni relative all'appalto
III.1.1)
Cauzioni e garanzie richieste:
Ai candidati che si qualificheranno sarà richiesta, alla presentazione dell’offerta, cauzione provvisoria pari al 2 % (due per cento) dell’importo complessivo stimato, secondo le modalità indicate nella lettera d’invito. Si applica il comma 7 dell’art. 75 del D.Lgs. 163/06 e ss.mm.ii.
All’aggiudicatario sarà richiesta:
— cauzione definitiva pari al 10 % (dieci per cento) dell’importo del contratto ai sensi dell’art. 113 del D.Lgs. 163/06 ss.mm.ii.,
— Polizza assicurativa (RCT) da 5 000 000 EUR secondo le modalità indicate nella lettera d’invito.
Le polizze per i trasporti entro il confine italiano sono a carico S.O.G.I.N.
Le polizze per i trasporti oltre il confine italiano sono a carico del Fornitore.
III.1.2)
Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:
a) Saranno specificati nella lettera di invito;
b) Non è prevista nessuna anticipazione economica.
III.1.3)
Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto:
Soggetti ammessi alla gara:
Ai sensi dell’art. 34 del Codice dei contratti sono ammessi a partecipare alla presente procedura di gara i seguenti soggetti:
a) Gli imprenditori individuali, anche artigiani, le società commerciali, le società cooperative;
b) I consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro costituiti a norma della legge 25.6.1909, n. 422 e del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 14.12.1947, n. 1577, e successive modificazioni, e i consorzi tra imprese artigiane di cui alla legge 8.8.1985, n. 443;
c) I consorzi stabili, costituiti anche in forma di società consortili ai sensi dell'articolo 2615-ter del codice civile, tra imprenditori individuali, anche artigiani, società commerciali, società cooperative di produzione e lavoro;
d) I raggruppamenti temporanei di concorrenti, costituiti dai soggetti di cui alle lettere a), b) e c), i quali, prima della presentazione dell'offerta, abbiano conferito mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, qualificato mandatario, il quale esprime l'offerta in nome e per conto proprio e dei mandanti;
e) I consorzi ordinari di concorrenti di cui all'articolo 2602 del codice civile, costituiti tra i soggetti di cui alle lettere a), b) e c) del presente comma, anche in forma di società ai sensi dell'articolo 2615-ter del codice civile;
f) I soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico (GEIE) ai sensi del decreto legislativo 23.7.1991, n. 240;
g) Operatori economici, ai sensi dell’articolo 3, comma 22, del Codice dei Contratti, stabiliti in altri Stati membri, costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi.
Ai predetti soggetti si applicano le disposizioni normative di cui agli artt. 35, 36 e 37 del Codice dei contratti. I soggetti con sede in altri Stati sono ammessi a partecipare alle condizioni e con le modalità previste agli artt. 39 e 47 del Codice dei contratti, mediante la produzione di documentazione equipollente secondo le normative vigenti nei rispettivi paesi.
È, inoltre, consentita la presentazione delle offerte da parte dei soggetti di cui all’art. 34, comma 1, lettere d) ed e) del Codice dei contratti anche se non ancora costituiti, con l’osservanza di quanto previsto all’art 37 del medesimo Codice dei contratti.
Ai sensi dell’art. 37 del decreto legge n. 78/2012, convertito con modificazioni in legge n. 122/2012, gli operatori economici aventi sede, residenza o domicilio, nei paesi inseriti nelle black list di cui al decreto del Ministro delle finanze del 4.5.1999 e al decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 21.11.2001 devono essere — a pena di esclusione — in possesso dell’autorizzazione rilasciata ai sensi del decreto ministeriale 14.12.2010 del Ministero dell’economia e delle finanze.
Soggetti non ammessi alla gara:
a) Operatori economici che si trovino, rispetto ad un altro partecipante alla medesima procedura di affidamento in una situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile o in una qualsiasi relazione, anche di fatto nel caso in cui la situazione di controllo o la relazione comporti che le offerte siano imputabili ad un unico centro decisionale. S.O.G.I.N. escluderà i concorrenti per i quali accerti, sulla base di univoci elementi, che le relative offerte siano imputabili ad un unico centro decisionale;
b) Operatori economici che abbiano coincidenza, anche parziale, con altre imprese partecipanti in via autonoma alla gara, dei componenti gli organi di amministrazione e di rappresentanza nonché dei soggetti firmatari degli atti di gara.
Le imprese che si trovino in una delle situazioni indicate ai punti A) o B) potranno tuttavia partecipare alla gara costituendosi tra loro in forma associata.
Ai consorziati del Consorzio è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il Consorzio sia il consorziato; in caso di inosservanza di tale divieto si applica l'articolo 353 del codice penale. È vietata la partecipazione a più di un Consorzio.
III.1.4)
Altre condizioni particolari:
La realizzazione dell'appalto è soggetta a condizioni particolari: sì
Descrizione delle condizioni particolari: Approvazione da parte di ISPRA dei Piani Operativi e autorizzazione alla spedizione dei materiali radioattivi.
Eventuali accordi intergovernativi tra l’Italia e il Paese in cui l’impianto di trattamento è situato.
Per l’esecuzione del contratto il fornitore dovrà essere in possesso delle necessarie autorizzazioni per il trasporto, l’importazione e il trattamento di materiali radioattivi in conformità alla normativa del Paese in cui opera.
I trasporti dovranno essere effettuati da vettore autorizzato ai sensi della Legge n. 1860/1962 e ss.mm.ii. (con particolare riferimento all’art .5) e del D.Lgs. 230/95 e ss.mm.ii. (con particolare riferimento all’art. 21).
III.2)
Condizioni di partecipazione
III.2.1)
Situazione personale degli operatori economici, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: I concorrenti devono soddisfare oltre ai requisiti di carattere speciale anche i requisiti di ordine generale e di idoneità professionale meglio specificati al successivo punto III.2.1.1):
— iscrizione per attività inerenti il servizio nel registro delle imprese o in uno dei registri professionali o commerciali dello Stato di residenza se si tratta di uno Stato dell'UE, in conformità con quanto previsto dall'art. 39, D.Lgs. 163/2006,
— non sussistenza dei motivi di esclusione di cui all'art. 38, D.Lgs. n. 163/2006,
— non sussistenza delle cause di divieto a contrattare con la pubblica amministrazione ai sensi della vigente normativa.
III.2.1.1) Modalità di presentazione della domanda di partecipazione:
La domanda di partecipazione con tutta la documentazione richiesta nel presente bando deve essere inserita in un plico perfettamente chiuso e recante all'esterno l'indicazione del mittente (indirizzo, codice fiscale o P.IVA, telefono e fax) con la seguente dicitura: «Non aprire — Domanda di partecipazione alla gara per l'affidamento del Servizio di trasporto e trattamento di materiali metallici radioattivi delle centrali di Trino e Garigliano — Rif. C0253S15 — CIG 620834585C».
Ai fini di agevolare il lavoro della Commissione si chiede di elencare la documentazione contenuta nel plico. Il plico deve essere inviato, a mezzo raccomandata del servizio postale o mediante agenzia di recapito autorizzata, all'indirizzo di cui al punto I del presente bando di gara, all'attenzione di Simone Checchinato e pervenire entro il termine di cui al punto IV.3.4) del presente bando, pena l'esclusione dalla gara. Può altresì essere consegnato a mano, dalle ore 8:00 alle ore 12:30 e dalle ore 13:15 alle ore 18:00 dei giorni feriali, sabato escluso, all'ufficio protocollo della Sogin SpA in Via Torino 6 — Roma, che ne rilascerà apposita ricevuta. Per la data e l'ora farà fede il timbro apposto dall'ufficio protocollo. Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente. Resta esclusa qualsiasi responsabilità di Sogin SpA, ove per disguidi postali o di altra natura, il plico non pervenisse nei termini suddetti.
Il plico contenente la domanda e la relativa documentazione deve pervenire a mezzo raccomandata del servizio postale, oppure mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine perentorio di scadenza indicato al punto IV.3.4).
I documenti da includere a pena di esclusione, nel plico sono i seguenti:
1. Elenco delle dichiarazioni allegate alla domanda.
2. Domanda di partecipazione redatta su carta intestata del concorrente, con allegata copia fotostatica di un documento di identità del dichiarante in corso di validità, recante integralmente il testo di cui al fac-simile Modello «B». La domanda di partecipazione deve essere sottoscritta dal Legale Rappresentante o da procuratore, in tal caso deve essere allegata anche copia della relativa procura o di altro documento idoneo a comprovare i poteri del procuratore medesimo;
3. Dichiarazione, con allegata copia fotostatica di un documento di identità, in corso di validità, del dichiarante recante integralmente il testo di cui al fac-simile Modello «C»;
4. Dichiarazione, con allegata copia fotostatica di un documento di identità, in corso di validità, del dichiarante recante integralmente il testo di cui al fac-simile Modello «D»;
5. Dichiarazione, con allegata copia fotostatica di un documento di identità, in corso di validità, del dichiarante recante integralmente il testo di cui al fac-simile Modello «E»;
6. Dichiarazione, con allegata copia fotostatica di un documento di identità, in corso di validità, del dichiarante recante integralmente il testo di cui al fac-simile Modello «H»;
7. Dichiarazione, con allegata copia fotostatica di un documento di identità, in corso di validità, del dichiarante recante integralmente il testo di cui al fac-simile Modello «1»;
8. Dichiarazione su carta intestata, con le stesse modalità della domanda di partecipazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000, attestante la disponibilità dell'Impresa e/o del RTI/Consorzio nel suo complesso a svolgere l'attività in «Zona Classificata» nel rispetto della legislazione vigente in materia di radioprotezione come definito dal D.Lgs. 230/1995 e s.m.i, o equivalente nei paesi esteri.
9. Dichiarazione su carta intestata, con le stesse modalità della domanda di partecipazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000, attestante l’iscrizione per attività inerenti il servizio nel registro delle imprese o in uno dei registri professionali o commerciali dello Stato di residenza se si tratta di uno Stato dell'UE, in conformità con quanto previsto dall'art. 39, D.Lgs. 163/2006;
10. Dichiarazione su carta intestata, con le stesse modalità della domanda di partecipazione attestante l’insussistenza delle cause di divieto a contrattare con la pubblica amministrazione ai sensi della vigente normativa.
11. Dichiarazione su carta intestata, con le stesse modalità della domanda di partecipazione, attestante l’insussistenza delle cause di esclusione di cui all’art. 1-bis, comma 14 della Legge 383/2001 e s.m.i.
Le dichiarazioni attestanti i requisiti di cui ai precedenti punti da 1 a 11 devono essere presentate:
a) In caso di RTI, sia costituendo che costituito, da tutte le imprese che ne fanno parte;
b) In caso di Consorzio, dal medesimo Consorzio e dalle imprese consorziate designate a svolgere il servizio;
c) In caso di ricorso all'istituto dell'avvalimento, anche dall'impresa ausiliaria.
In caso di associazione temporanea o consorzio già costituito, alla domanda deve essere allegato, a pena esclusione e in copia autentica, il mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferito alla mandataria o l'atto costitutivo del consorzio; in mancanza la domanda deve essere sottoscritta dai rappresentanti di tutte le imprese associate o consorziate ovvero da associarsi o consorziarsi.
Tutta la modulistica di cui ai punti da 1 a 7 sopra elencata è disponibile in word sul sito S.O.G.I.N. all'indirizzo www.sogin.it — Bandi di gara/Modulistica.
NB: I modelli B-C-D-E devono essere compilati da: il titolare o il direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; il socio o il direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, i soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice, gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o il socio unico persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, se si tratta di altro tipo di società.
Si rammenta di leggere attentamente le avvertenze riportate sui vari modelli prima di compilarli.
Si precisa che dovranno essere dichiarate, qualora esistenti, tutte le sentenze e/o i decreti penali di condanna passati in giudicato nonché le sentenze di applicazione della pena su richiesta (patteggiamenti) ai sensi dell'art. 444 del Codice di Procedura Penale (CPP), e ciò anche nei casi in cui siano stati concessi i benefici della sospensione della pena e/o della non menzione ai sensi dell'art. 175 del Codice Penale, essendo rimesso alla Commissione Giudicatrice valutare le medesime e la loro incidenza sulla moralità professionale ai fini dell'esclusione.
III.2.2)
Capacità economica e finanziaria
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: A pena di esclusione dalla gara, alla domanda di partecipazione dovranno essere allegate, su carta intestata con le stesse modalità della domanda di partecipazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000, le dichiarazioni attestanti:
III.2.2.1) il possesso di almeno due referenze bancarie. Nel caso di dichiarazione attestante il possesso di una sola referenza bancaria, è necessario allegare la documentazione di cui all’art. 41 comma 1 lettera b) del D.Lgs. 163/06 s.m.i. Tale requisito, a pena di esclusione, deve essere posseduto in toto dall’impresa che si candida singolarmente o dal RTI, costituendo o costituito, da tutte le imprese che ne fanno parte o dalla consorziata designata ad effettuare l’attività oggetto dell’appalto in caso di Consorzio;
III.2.2.2) il fatturato globale d'impresa realizzato nei 3 esercizi (2012-2014) antecedenti la data di pubblicazione del bando di gara,i cui documenti tributari e fiscali, alla stessa data, risultano depositati presso l’Agenzia delle Entrate o la Camera di Commercio, territorialmente competenti al netto IVA, pari o superiore a 37 237 760 EUR (trentasette milioni duecentotrentasettimilasettecentosessanta);
Il requisito di cui al punto III.2.2.2) dovrà essere posseduto in toto dall’impresa che si candida singolarmente, ovvero in caso di RTI/consorzio nella misura minima del 40 % del valore indicato dalla mandataria o dalla consorziata designata ad espletare il servizio e la restante percentuale cumulativamente dalle imprese mandanti/consorziate, ciascuna nella misura minima del 10 %, fermo restando che il RTI/consorzio dovrà possedere i requisiti nella misura minima del 100 %.
In ogni caso, la mandataria o la consorziata designata a espletare il servizio dovrà possedere il requisito in misura maggioritaria.
Il requisito di cui al presente capo, concernente il fatturato globale d’impresa e l’importo per servizi analoghi (per analoghi si intendono servizi di trasporto e trattamento di materiali metallici radioattivi) a quelli oggetto della gara, è richiesto in considerazione della particolare specificità e rilevanza dei servizi in appalto. Esso è quindi diretto a soddisfare l’esigenza di questa stazione appaltante di selezionare operatori economici in possesso di adeguata e specifica esperienza nel settore.
III.2.3)
Capacità tecnica
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: Con le stesse modalità della domanda di partecipazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000, alla domanda di partecipazione dovranno essere allegate, a pena di esclusione dalla gara, le seguenti dichiarazioni redatte su carta intestata:
III.2.3.1) Importo totale dei contratti per servizi analoghi (per analoghi si intendono servizi di trasporto e trattamento di materiali metallici radioattivi) a quelli oggetto del presente appalto (fatturati e quietanzati) prestati nel triennio 2012-2014 per un importo non inferiore a: 18 618 880 EUR (diciotto milioni seicentodiciottomilaottocentottanta) al netto IVA.
Il requisito di cui al punto III.2.3.1) dovrà essere posseduto in toto dall’impresa che si candida singolarmente, ovvero in caso di RTI/consorzio nella misura minima del 40 % del valore indicato dalla mandataria o dalla consorziata designata ad espletare il servizio e la restante percentuale cumulativamente dalle imprese mandanti/consorziate, ciascuna nella misura minima del 10 %, fermo restando che il RTI/consorzio dovrà possedere i requisiti nella misura minima del 100 %.
III.2.3.2) L’elenco dei principali servizi, regolarmente effettuati (fatturati e quietanzati) nel triennio 2012-2014, al netto IVA, con indicazione del committente, dell'oggetto, della data, luogo di esecuzione e importo contrattuale. Da tale elenco deve risultare almeno un contratto di servizi analogo (per analoghi si intendono servizi di trasporto e trattamento di materiali metallici radioattivi) a quello oggetto del presente bando (c.d. «contratto di punta»). Il valore del contratto di punta deve essere di importo, al netto IVA, non inferiore a 5 585 664 EUR (cinque milioni cinquecentoottantacinquemilaseicentosessantaquattro).
Tale requisito, non frazionabile, deve essere posseduto in toto dall’impresa che si candida singolarmente. In caso di RTI il requisito del contratto di punta deve essere dimostrato dalla mandataria o dalla consorziata designata ad effettuare i servizi oggetto del bando.
III.2.3.3) Certificato di conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2008 del Sistema di Gestione aziendale in corso di validità, rilasciato da un organismo accreditato in Italia da ACCREDIA o per l’estero da altro ente di accreditamento partecipante agli accordi di mutuo riconoscimento (MLAEA), che copra le attività comprese nell’appalto (incluse le attività di laboratorio).
Tale requisito deve essere posseduto:
— in caso di RTI, da ciascuna impresa facente parte del raggruppamento,
— in caso di Consorzio, dalle imprese consorziate designate a svolgere il servizio.
III.2.3.4) Accreditamento dei laboratori secondo la norma ISO/IEC 17025 per le prove richieste o, in alternativa, certificato di conformità alla norma UNI ISO 9001:2008, in corso di validità, rilasciato da un organismo accreditato in Italia da ACCREDIA o per l’estero da altro ente di accreditamento partecipante agli accordi di mutuo riconoscimento (MLAEA).
Tale requisito deve essere posseduto:
— in caso di RTI, dall’impresa facente parte del raggruppamento designata a svolgere il servizio,
— in caso di Consorzio, dalla consorziata designata a svolgere il servizio.
III.2.3.5) Impegno a destinare a lavorare in sito Personale adeguatamente formato mediante partecipazione a corsi specifici in materia di:
— sicurezza nucleare, ai sensi del D.Lgs. 185/11 (attestazione di partecipazione),
— salute e sicurezza dei lavoratori, ai sensi del D.Lgs. 81/08 (giudizio di idoneità).
Tale requisito deve essere posseduto:
— in caso di RTI, da ciascuna impresa facente parte del raggruppamento,
— in caso di Consorzio, dalle imprese consorziate designate a svolgere il servizio.
III.2.4)
Informazioni concernenti appalti riservati
III.3)
Condizioni relative agli appalti di servizi
III.3.1)
Informazioni relative ad una particolare professione
III.3.2)
Personale responsabile dell'esecuzione del servizio
Sezione IV: Procedura

IV.1)
Tipo di procedura
IV.1.1)
Tipo di procedura
Procedura ristretta
IV.2)
Criteri di aggiudicazione
IV.2.1)
Criteri di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati di seguito
1. Pregio tecnico. Ponderazione 25
2. Valore garantito del volume lordo dei materiali che saranno consegnati ai siti S.O.G.I.N.. Ponderazione 25
3. Capacità di trattamento disponibile per S.O.G.I.N.. Ponderazione 20
4. Prezzo offerto. Ponderazione 30
IV.2.2)
Informazioni sull'asta elettronica
Ricorso ad un'asta elettronica: no
IV.3)
Informazioni di carattere amministrativo
IV.3.1)
Numero di riferimento attribuito al dossier dall'ente aggiudicatore:
C0253S15 CIG: 620834585C
IV.3.2)
Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto
IV.3.3)
Condizioni per ottenere il capitolato d'oneri e la documentazione complementare
IV.3.4)
Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
13.7.2015 - 12:00
IV.3.5)
Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione
italiano.
IV.3.6)
Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
IV.3.7)
Modalità di apertura delle offerte
Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)
Informazioni sulla periodicità
Si tratta di un appalto periodico: no
VI.2)
Informazioni sui fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
VI.3)
Informazioni complementari:
VI.3.1) La domanda di partecipazione, a pena di esclusione dalla gara, deve essere presentata con le seguenti modalità:
1. Redatta su carta intestata dell’impresa concorrente, in lingua italiana o corredata di traduzione giurata, completa di tutta la documentazione richiesta, inserita in un plico perfettamente chiuso e sigillato recante all’esterno l’indicazione del mittente (indirizzo, codice fiscale, telefono e fax) e la seguente dicitura: «Non aprire — Domanda di partecipazione alla gara per il servizio di trasporto e trattamento di materiali metallici radioattivi delle centrali di Trino e Garigliano — Gara n. C0253S15 — codice CIG 620834585C », dovrà essere indirizzata come segue: S.O.G.I.N. SpA — Via Torino 6 — 00184 Roma all’att.ne di Simone Checchinato.
2. Corredata di copia fotostatica di un documento d’identità in corso di validità del sottoscrittore. Qualora sia sottoscritta da un procuratore deve essere allegata anche copia della relativa procura o di altro documento idoneo a comprova dei poteri del procuratore medesimo.
3. Corredata di lettera accompagnatoria riportante l’elenco di tutta la documentazione contenuta nel plico.
4. Sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente o da persona munita dei necessari poteri di firma. In caso di RTI/consorzio già costituito, alla domanda deve essere allegato in copia autentica, a pena di esclusione dalla gara, il mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferita alla mandataria o l’atto costitutivo del RTI/consorzio; in mancanza, la domanda deve essere sottoscritta dai rappresentanti di tutte le imprese raggruppate/consorziate o da raggrupparsi/consorziarsi.
5. La domanda di partecipazione deve essere inviata, a mezzo raccomandata del servizio postale, oppure mediante agenzia di recapito autorizzata, all’indirizzo sopra riportato e deve pervenire, a pena di esclusione dalla gara, entro e non oltre il giorno 13.7.2015 (ore 12:00). Inoltre, può essere consegnata a mano dalle ore 9:00 alle ore 12:30 e dalle ore 14:00 alle ore 17:00 dei giorni feriali, sabato escluso, all’ufficio protocollo della S.O.G.I.N. sede centrale di Roma in Via Torino 6, che rilascerà apposita ricevuta. Per la data e l’ora farà fede il timbro del protocollo S.O.G.I.N. in entrata. Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente; resta esclusa qualsiasi responsabilità della S.O.G.I.N. ove, per disguidi postali o di altra natura, il plico non pervenga nei termini suddetti.
6. Soccorso istruttorio: in applicazione di quanto previsto dall’art. 38, comma 2 bis del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i, in caso di mancanza, incompletezza e ogni altra irregolarità «essenziale» degli elementi e delle dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli III.2.2) e III.2.3), il concorrente è sanzionato mediante pagamento, in favore della stazione appaltante, di una sanzione pecuniaria pari all’uno per mille dell’importo a base di gara.
VI.3.2) Ulteriori informazioni:
1. Le dichiarazioni attestanti il possesso delle condizioni di partecipazione di cui ai punti III.2.1), III.2.2) e III.2.3), presentate con la domanda di partecipazione, a pena di esclusione dalla gara, devono essere rese ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 445/2000, e per le imprese estere nelle forme equivalenti secondo la legislazione vigente dello Stato di appartenenza, ed essere corredate, a pena di esclusione dalla gara, della copia fotostatica di un documento d’identità in corso di validità del sottoscrittore.
2. Costituisce condizione di partecipazione alla gara l'effettuazione del sopralluogo sulle aree interessate dal servizio; il sopralluogo dovrà essere effettuato e dimostrato secondo quanto disposto nella lettera di invito.
3. La S.O.G.I.N. SpA si riserva espressamente la facoltà insindacabile di sospendere e/o annullare e/o revocare e/o differire in qualsiasi momento la procedura di gara o singoli atti e/o provvedimenti, senza che i candidati possano avanzare pretese di qualsiasi genere e natura.
4. Alla presente procedura di Gara si applica il protocollo di Legalità sottoscritto in data 23.3.2011 da S.O.G.I.N. SpA con le Prefetture di Alessandria, Caserta, Latina, Matera, Piacenza, Roma, Vercelli, consultabile nel sito www.sogin.it nella pagina Bandi di Gara, sezione Procedure e regolamenti. Ai fini del rispetto degli adempimenti previsti, gli Operatori concorrenti e/o aggiudicatari dovranno accettare e sottoscrivere le norme pattizie del Protocollo di Legalità secondo quanto sarà previsto nella lettera di invito a presentare offerta. Il subappalto è disciplinato dall'art. 118 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. e dall'art. 170 del D.P.R. n. 207/2010, per quanto concerne l'affidamento in subappalto o cottimo e le altre fattispecie ivi regolate, e dal Protocollo di Legalità sottoscritto il 23.3.2011 tra S.O.G.I.N. e le Prefetture territorialmente competenti.
5. La S.O.G.I.N. SpA si riserva la facoltà di applicare le disposizioni di cui all’art. 140 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.
6. La S.O.G.I.N. SpA si riserva il diritto di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida purché sia ritenuta congrua e conveniente; si riserva altresì la facoltà, prevista dall’art. 81, comma 3, del D.Lgs. 163/06 e s.m.i., di decidere di non procedere all’aggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto. Non sarà dovuto alcun rimborso in caso non si proceda all’aggiudicazione. In caso di offerte uguali si procederà per sorteggio.
7. A comprova delle dichiarazioni presentate in sede di qualificazione, saranno richiesti i documenti probatori dei requisiti dichiarati.
8. Le offerte anormalmente basse saranno individuate ai sensi dell’art. 87 e 88 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. e valutate dalla Commissione giudicatrice. La Commissione giudicatrice si riserva la facoltà di interrompere la valutazione per richiedere pareri.
9. Tutte le autocertificazioni, le certificazioni e i documenti presentati a corredo della domanda di partecipazione devono essere redatti in lingua italiana o corredati di traduzione giurata, eccetto per la documentazione tecnica.
10. Tutti gli importi devono essere espressi in EUR.
11. L’appaltatore è tenuto al rispetto delle norme sulla tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della legge n. 136/2010.
12. È consentito il ricorso all’istituto dell’avvalimento ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs. 163/2006 ss.mm; nel caso di ricorso all’istituto dell’avvalimento allegare, a pena di esclusione, i modelli di cui ai precedenti al punto III.2.2.1) dell’impresa ausiliaria.
13. I concorrenti che si qualificheranno, all’atto di presentazione dell’offerta dovranno dimostrare l’avvenuto versamento del contributo previsto dall’art. 1, commi 65 e 67 della legge 23.12.2005 n. 266, nella misura e con le modalità stabilite agli artt. 2 e 3 dalla deliberazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici del 21.12.2011;
14. Visto il disposto degli artt. 29, co. 2 del D.Lgs. n. 276/2003 e 26, co. 4 del D.Lgs. n. 81/2008, in fase di esecuzione del contratto, S.O.G.I.N. acquisisce dalle imprese appaltatrici e subappaltatrici tutta la documentazione necessaria al controllo del corretto adempimento agli obblighi retributivi, contributivi, assicurativi e fiscali gravanti sulle imprese stesse le quali, alla stipula del contratto, assumono l'obbligo di inviare tale documentazione a S.O.G.I.N. SpA.
15. Ai sensi della L. 221/2012, le spese per la pubblicazione di cui al secondo periodo del comma 7 dell'articolo 66 e al secondo periodo del comma 5 dell'articolo 122 del decreto legislativo 12.4.2006, n. 163, sono rimborsate alla stazione appaltante dall'aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall'aggiudicazione.
16. Responsabile della fase di affidamento: dott. Luca Cittadini.
17. I dati forniti dalla imprese saranno trattati ai sensi degli artt. 11 e 13 del D.Lgs. 196/2003 e s.m.i., esclusivamente nell'ambito della presente gara; il titolare del trattamento dei dati in questione è: S.O.G.I.N. — Società Gestione Impianti Nucleari per azioni.
18. La S.O.G.I.N. SpA ha adottato un modello di organizzazione, gestione e controllo idoneo a prevenire i reati previsti dal decreto legislativo 231/2001, comprensivo del codice etico, che risponde all’esigenza di prevenire la commissione di particolari tipologie di reato e predispone principi etici e regole di comportamento. Il modello di organizzazione, gestione e controllo con il relativo codice etico sono consultabili all’indirizzo: www.sogin.it
19. Eventuali richieste di chiarimenti devono pervenire per iscritto, entro e non oltre il giorno 2.7.2015 al numero di fax o all’indirizzo e-mail indicati all’art. I.1) del presente avviso.
20. Tutte le controversie derivanti dal contratto sono deferite alla competenza arbitrale del Foro di Roma.
VI.4)
Procedure di ricorso
VI.4.1)
Organismo responsabile delle procedure di ricorso
Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) del Lazio
Via Flaminia 189
Roma
VI.4.2)
Presentazione di ricorsi
VI.4.3)
Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione dei ricorsi
VI.5)
Data di spedizione del presente avviso:
12.6.2015


http://ted.europa.eu/, TED database, © European Communities, 1995-2015.